Aquile San Martino

News

Avventura bianca a Chamonix Zermatt

29/01/2019

Stupenda attraversata Haute Route. La Chamonix – Zermatt è il raid scialpinistico più famoso dell’arco alpino e durante i 6 giorni della traccia da noi proposta si potranno ammirare montagne e paesaggi di ineguagliabile bellezza. Partenza dal massiccio del Monte Bianco e arrivo con fantastica discesa sotto al Cervino. PROGRAMMA Chamonix o Argentière incontro e breefing con la Guida alpina sistemazione in BeB.

2 Aprile 2019: Chamonix/Argentiere, Col des Grands, Argentière, Col du Chardonnet 3323 m, Fenetre de Saleina, Cabane du Trient 3170 m

3 Aprile 2019:Cabane du Trient , Campex, trasferimento in bus e treno  a Orsier e Verbier, Cabane de Monfort 2457 m

4 Aprile 20198: Cabane du Monfort, Rosablanche 3336m,  lago de Dix, Cabane De Dix 2928 m

5 Aprile 2019: Cabane De Dix, Colle di Brenay, Pignè D'Arolla 3796 m, Cab. Des Vignettes 3158 m

6 Aprile 2019: Cabane des Vignettes, Colle dell'Eveque 3400 m, Col du Mont Breule, Tetè De Valpelline 3802 m, Schonbielhutte 2694 m, Zermatt - Chamonix

7 Aprile 2019: partenza per i vari luoghi di destinazione

Servizi Inclusi

  • 2 notti di soggiorno a Chamonix - Argentiere in BeB  camere triple / quadruple -
  • 4 notti di in rifugio - camere multiple - mezza pensione
  • 6 giorni di accompagnamento Guida Alpina  UIAGM

Servizi non compresi

  • Trasferimenti -
  • Bevande nei rifugi
  • Skipass
  • Tutto quanto non specificato in servizi inclusi

Prezzo per persona con minimo 4 partecipanti      € 1000,00

MATERIALE PERSONALE Sci da scialpinismo con pelli di foca e rampant (coltelli x sci alpinismo), scarponi da scialpinismo,    bastoncini da sci accorciabili con rondelle grandi,   imbragatura leggera con un moschettone a ghiera   pala sonda ARVA   piccozza leggera   ramponi leggeri da sci alpinismo con antizoccolo, zaino 35/40litri.  

Carta d'identità o passaporto valido  

ABBIGLIAMENTO PERSONALE Giacca impermeabile,Douvet leggero, pantalone da sci alpinismo, soprapantaloni impermeabili leggeri, maglione in pile, maglietta dolcevita windstopper, guanti (o manopole) e berretto da alta montagna, guanti leggeri. Occhiali da sole per alta montagna, maschera da sci.   Intimo traspirante, calzamaglia, T-shirt e calze di riserva    thermos da 1 lt.    lampada frontale con pile di ricambio coltellino multiuso, farmacia personale (aspirina, crema solare prot. 50, Compeed,farmaci personali) toilette personale fazzoletti di carta  Sacco letto   nastro adesivo telato, sciolina o dadino x sci. pelli di ricambio..     

Prenotazione entro il 28 FEBBRAIO 2019  

Per eventuali chiarimenti potete contattarmi al +39 3288743739 Eric 

Leggi il resto della news

Pasqua in Sardegna

Trekking Selvaggio Blu - dal 21 al 27 aprile 2019

Selvaggio Blu è un trekking che percorre una parte di costa del Golfo di Orosei in Sardegna, precisamente da Santa Maria Navarrese a Cala Sisine, in direzione di Cala Gonone. Il percorso si svolge su antiche tracce lasciate dai pastori e dai carbonai di Baunei che ogni giorno si muovevano lungo questi impervi tracciati per recarsi nei luoghi di pascolo o nelle aie carbonifere a ridosso del mare. L’idea di creare un vero e proprio trekking di sei giorni è venuta ai due alpinisti Mario Verin e Peppino Cicalò che tra il 1987 e il 1988 hanno avuto il merito di esplorare il territorio e di unire questi sentieri a facili passaggi di arrampicata e a calate mozzafiato in corda permettendo così di costeggiare il mare in un tratto di costa praticamente disabitata e non percorribile altrimenti. Ne risulta quindi un trekking stupendo: selvaggio, di difficile orientamento e tecnico allo stesso momento, con dei passaggi mozzafiato a picco sul mare, ricco di storia e di tradizioni silvopastorali, in cui non è difficile incontrare capre e maialini allo stato brado, ovili tipici del Supramonte, ma raramente si incontrano persone, se non nei pochi percorsi “turistici”. I bivacchi notturni vengono fatti tutti in posti suggestivi: ovili, spiagge e grotte, con l’utilizzo di tende o se si vuole provare l’ebrezza “open air”. Il pomeriggio è sempre possibile rinfrescarsi nello splendido mare delle famose cale del golfo di Orosei.


Programma:

domenica  21 aprile Arrivo con mezzi propri a Santa Maria Navarrese o in aereo a Cagliari con possibilità di Tranfert collettivo dall’aeroporto. Ritrovo serale alle 18.00 per breafing e controllo materiale. Sistemazione in Ostello o B&B in camere doppie (o singole su richiesta con supplemento di 20 euro a notte). Possibilità di lasciare i bagagli eccedenti all’interno della struttura. Organizziamo anche un pulmino 9 posti con partenza da Fonzaso e possibilità di imbarco lungo il tragitto.


TAPPE

1° giorno:

Partenza: Santa Maria Navarrese Arrivo: Ovile Deuspiggius. Dislivello in salita: 700 mt Durata: 5 ore Difficoltà: E (escursionisti) La prima tappa, facile e relativamente breve, offre da subito un prelibato assaggio dei magnifici scorci panoramici che si succederanno per tutto il trekking. Dall’Ostello di Santa Maria Navarrese inizia il sentiero che, oltrepassata la Pedra Longa sale alla Grotta S’erriu Mortu e, passando per il sospeso balcone che attraversa la base di Punta Giradili, raunge il Coile Deuspiggius.

2° giorno:

Partenza: Coile Deuspiggius Arrivo: Porto Cuau Dislivello in salita: 250 mt Durata: 6/7 ore Difficoltà: EE (escursionisti esperti) Nei pressi del Monte Ginnirco si tocca il punto più elevato della traversata, con splendida vista sulla ormai minuscola guglia di Pedra Longa. Diverse scale di Tronchi (Iscale e Fustes) e un tragitto che si complica per la continua discesa e risalita di vallette e falesie., permette di raggiungere le insenature di Porto Pedrosu e Porto Cuau, tra bianche scogliere di calcare.

3° giorno:

Partenza: Porto Cuau Arrivo: Cala Goritzè. Dislivello in salita: 600 mt Durata: 8 ore Difficoltà: EE (escursionisti esperti) Questo è uno dei tratti più spettacolari di Selvaggio Blu. Senza alcuna difficoltà alpinistica, ma con vari tratti di sentiero quasi inesistente, si addentra nelle forre scoscese di Bacu Iltiera e Bacu Sonnuli, offrendo scorci contrastanti tra il turchese del mare e le desolate lande della Serra d’Argius e della Punta Salinas. Si transita dai Coiles Pilighittu e Salinas scoprendo l’architettura dei ricoveri per gli animali. Tra gli aromi dei ginepri ci si affaccia sul Bacu Goloritzè dove svetta il più singolare e fotografato campanile di roccia: l’Aguglia.

4° giorno:

Partenza: Cala Goloritzè Arrivo: Grotta del Fico Dislivello in salita: 750 mt Durata: 8 ore Difficoltà: passi di arrampicata semplice e calate in corda doppia. Hanno inizio le tappe più impegnative: nel Bacu boladina una successione di due ripide paretine da superare si alternano a singolari passaggi su tronchi di ginepro. Oltre le creste di Serra ‘e Lattone, dove lo sguardo abbraccia l’intero percorso verso Nord fino a Cala Gonone, inizia la discesa verso il Bacu Mudaloru, sfruttando e raccordando le naturali cenge che tagliano i fianchi delle falesie e utilizzando la corda per le calate.  L’ultima calata ci deposita proprio sul pontile della splendida Grotta del Fico, visitabile al termine della gita.

5° giorno:

Partenza: Grotta del Fico Arrivo: Cala Biriola Dislivello in salita: 400 mt Durata: 5 ore Difficoltà: passi di arrampicata semplice e calate in corda doppia. Tappa non troppo lunga ma impegnativa per i diversi passaggi di arrampicata, primo tra tutti l’uscita in attraversata nelle scogliere della Grotta del Fico, dove si passa attraverso una grotta sul mare. La salita poi per il Bacu Padente risulta abbastanza comoda seguendo le traccie della mulattiera dei carbonai si sale fin quasi ad Ololbissi per poi ridiscendere nel versante opposto attraverso il caratteristico canyon di Sa Nurca, poi con un paio di lunghe calate fino alla magnifica Cala Biriola.

6° giorno:

Partenza: Cala Biriola Arrivo: Cala Sisine Dislivello in salita: 400 mt Durata: 7/8 ore Difficoltà: passi di arrampicata semplice e calate in corda doppia. Dalla spiaggia si sale per ripidi ghiaioni, a volte con l’ausilio delle corde fino all’Aia Carbonile che sovrasta la spiaggia di Biriola, da qui con comodo sentiero all’ombra si attraversano i boschi di Biriola e Oronnoro. Sul bordo della falesia a picco sul mare si passa Su Strumpu, un tratto di sentiero scavato nella rocciadai carbonai per collegare i diversi boschi.Raggiunte le foreste pensili di Costa di Sisine, dopo aver attraversato la recente enorme frana del 2015, ci si cala fino al livello del mare nella baia di Sisine. Cena e pernottamento a Cala Sisine nel campeggio attrezzato con possibilità di doccia e cena di pesce.

7° giorno:

Partenza: Cala Sisine Arrivo: Cala Luna Dislivello in salita: 600 mt Durata: 5 ore Difficoltà: Escursionistico Tappa facile che collega Cala Sisine alla famosa Cala Luna. La prima parte in Salita fino ad incontrare il sentiero che arriva da Margine e che scende fino al mare incontrando l’impressionante arco Lupiru. Pomeriggio spiaggia e rientro in gommone a Santa Maria Navarrese. Pernottamento nella stessa struttura della prima sera.

sabato 27 aprile: Rientro a Cagliari e visita alla città per chi deve prendere l’aereo.


Logistica:

Gli approvvigionamenti arrivano ogni giorno via terra o via mare e comprendono: cibo, acqua potabile, acqua dolce in taniche per lavarsi e per risciaquare gli indumenti sporchi, tende, stoviglie e necessario per la cena. L’organizzazione mette a disposizione dei bidoni stagni nei quali si possono riporre il sacco a pelo e il necessario personale per la notte e la cena in modo da alleggerire lo zaino. Attrezzatura individuale necessaria:

  • Zaino 30/40 lt.
  • Sacco a pelo leggero
  • materassino poliuretano (dormiben) o gonfiabile da trekking.
  • Imbragatura, un moschettone a ghiera, un cordino di 2 m.(Possibilità di noleggio da parte della Guida)
  • Lampada frontale
  • Tazza, piatto, posate.
  • Scarpe da trekking collaudate -Ciabatte o sandali leggeri.
  • 2/3 Magliette possibilmente chiare - Calze e mutande tre ricambi. Costume da bagno. Robusti pantaloni in tela + pantaloni corti. Felpa in cotone o pile leggero.
  • Giaccavento leggera (K-way)
  • Mantellina o poncho antipioggia
  • Spago sottile
  • Cappello
  • crema ed occhiali da sole
  • Repellente per insetti
  • Asciugamano + Occorrente per toilette
  • Medicinali personali se necessari
Costi:
  • Ritrovo diretto a Santa Maria Navarrese € 800
  • Con transfert dall’aeroporto € 900

Per iscrizioni contattare Erik Girardini: Tel. 328.8743739

Leggi il resto della news

Last minute di scialpinismo!

15/01/2019

Se Maometto non va alla montagna, la montagna andrà da Maometto. Partenza Sabato 19 gennaio alle ore 5 al parcheggio della Fenadora a Fonzaso per Casere in Val Aurina. Rientro lunedì 21 alle ore 17.00. Costo a persona per l'accompagnamento di una Guida UIAGM: 150€ per un gruppo di 9 partecipanti; 170€ per un gruppo di 6 persone. Costo pernottamento a carico dei partecipanti. L'organizzazione può aiutarvi a trovare un posto letto. Materiale necessario (la guida può noleggiare il materiale mancante): Pala - Artva - Sonda -sci da skialp - Pelli di foca - scarponi da skialp - bastoni - zaino con portasci - casco - occhiali - crema da sole - vestiario idoneo allo scialpinismo. Forcella del Picco Durata: 4 ore Altitudine: 1072 m Inizio: Casere 1595 m Arrivo: Forcella del Picco 2667 m Gornerberg Durata: 3 ore Altitudine: 1125 m Inizio: Rio Bianco Arrivo: Gornerberg (Henne) 2475 m Fadner Durata: 3 ore Altitudine: 1107 m Inizio: Rio Bianco (Sportbar) 1350 m Arrivo: Fadner 2457 m Informazioni ed Iscrizioni: Eric Girardini info@ericgirardini.com www.ericgirardini.com +39 328 8743 739

Leggi il resto della news

Aquile Winter camp

    Ritorna anche quest'anno il camp invernale delle Guide Alpine di San Martino di Castrozza. Puoi provare con tutte le attività invernali della montagna gratuitamente con Noi (Skitouring, Freeride, iceclimbing, test Artva, Ciaspole).

il 12/01/2019 Località: Passo Rolle Luogo: Passo Rolle Abstract: Le guide Alpine a vostra disposizione
Una giornata all’insegna delle più belle attività outdoor delle Dolomiti con test materiali a contatto con l’ambiente montano: prove di aiuto soccorso in valanga, ciaspolate, scialpinismo di primo e secondo livello, arrampicata su ghiaccio e freeride, in tutta sicurezza con i professionisti della montagna: le Guide Alpine “Aquile” della scuola di alpinismo e scialpinismo di San Martino di Castrozza e Primiero. Attività
  • Safety Camp;
  • Freeride;
  • Skitouring;
  • Snowshoes;
  • Ice Climbing;
Programma
  • Ore 9.00: arrivo dei partecipanti;
  • Ore 9.30, inizio attività;
  • Ore 13.00: pranzo convenzionato presso Malga Rolle;
  • Ore 14.00: partenza di eventuali secondi giri;
  • Dalle ore 14.00 alle ore 16.00: musica;
  • Ore 15.30: estrazione premi della lotteria;
Iscrizione entro giovedì 10 gennaio 2019: ApT San Martino di Castrozza, Tel. 0439-768867, email. info@sanmartino.com Tutti gli iscritti riceveranno un buono sconto del 10% su un menù a Malga Rolle
 

Leggi il resto della news

Dolomia 2018

08/10/2018

“Gli uomini si incontrano e le montagne stanno ferme” questo il claim che accompagna la dodicesima edizione di Dolomia 2018, il tradizionale raduno dei Gruppi Alpinistici delle Dolomiti in programma sabato 13 ottobre in Val Canali. Dolomia è un evento, unico nel suo genere in tutto l’arco alpino, in cui protagonista è la Montagna. Una Montagna da vivere e da discutere, un’ occasione, quella di Dolomia, per analizzare nel profondo le problematiche che emergono nel tempo tra chi vive e lavora in Montagna, per scambiare esperienze, proporre idee per migliorare l’attività lavorativa della guida alpina ma anche per offrire una frequentazione più sicura e consapevole per le genti locali e per i turisti che la frequentano. La nascita di Dolomia risale al 2006, quando su iniziativa di alcuni tra i più importanti esponenti del mondo alpinistico, si decise di organizzare a cadenza annuale un momento di incontro tra gli “Uomini di Montagna” con l’obiettivo di consolidare i rapporti tra guide alpine e membri del soccorso alpino. Ed è stato proprio il Primiero con le mitiche guide alpine “Aquile di San Martino e Primiero” ad ospitare per la prima volta Dolomia, a turno sono arrivati poi gli incontri in Val Gardena, a Cortina d’Ampezzo, in Val di Fassa, a Pieve e San Vito di Cadore, tutti organizzati dai i rispettivi gruppi alpinistici locali. Sabato prossimo si raduneranno così in Val Canali: i Catores De Gherdëina della Val Gardena, gli Scoiattoli di Cortina d’Ampezzo, Ciamorces De Fasha della Val di Fassa, i Ragni di Pieve di Cadore, i Caprioli di San Vito di Cadore e per la prima volta anche i Rondi della Val Comelico. Il ritrovo per i partecipanti è alle ore 7.30 presso “La Ritonda” in Val Canali per formazione dei gruppi cordate di arrampicata, escursione e canyoning. Alle ore 17.00, nel medesimo luogo del ritrovo, guide e soccorritori si confronteranno sulle attività svolte durante il corso della giornata.

Leggi il resto della news

Nuova “Ferrata Val di Scala” nella Valle del Vanoi

18/07/2018

E' stata ultimata dalle nostre Guide la nuova Ferrata del Turgion, nella Valle del Vanoi. Un percorso adatto a tutti, che si trova a circa 2 km dall'abitato di Canal S. Bovo in direzione Caoria. Raggiungerla è semplicissimo: dopo aver superato il centro del paese, si prosegue mantenendo la destra, si procede per circa 10 metri,  fino ad arrivare al ruscello della "Val de la Scala". Qui inizia ufficialmente la ferrata con una balza di 40 metri con gradini. Il tracciato si snoda lungo il rio della "Val de la Scala" ed attraversa luoghi incontaminati dominati da una natura molto selvaggia. La ferrata del Turgion è una piccola perla, nonostante il percorso sia breve, regala emozioni forti dovute alla presenza di un ponte tibetano (che va superato) e di imponenti pareti granitiche verticali con una notevole esposizione. Terminato il percorso di via ferrata, il ritorno avviene lungo un comodo sentiero nel bosco che in circa 20 minuti permette di rientrare al punto di partenza. Si può arrivare alla partenza della ferrata direttamente in macchina, qui infatti c'è un parcheggio in alternativa,  è possibile lasciare l'auto nel piazzale davanti alle due abitazioni. NOTE TECNICHE: Dislivello: 200 metri Tempo di percorrenza: h 1.30 Attrezzatura: kit da ferrata Percorribilità: dalla primavera all'autunno

Leggi il resto della news

Programma ESTATE 2018

13/06/2018

Dall'arrampicata alle ferrate, dalle escursioni al trekking fino ad arrivare al canyoning, con le Guide alpine l'estate è puro divertimento. Tante le proposte ideate per tutte le esigenze e tutte le età!! Scoprile scaricando il programma completo: Guide alpine San Martino estate 2018

Leggi il resto della news

Tour delle Vie Normali nelle Pale di San Martino 12-15/07 ; 19-22/07 ; 26-29/07 ; 2-5/08 ; 9-12/08 ; 23-26/08/2018

11/06/2018

Salita delle 4 cime più importanti del gruppo dolomitico delle Pale di San Martino arrampicando sulle vie normali con difficoltà di terzo e quarto grado. Un'esperienza unica per vivere la vera essenza della montagna, un viaggio alla scoperta di ambienti straordinari, in compagnia di una guida alpina. PROGRAMMA: 1° giorno Cimon della Pala 3185 mt: ritrovo a San Martino di Castrozza presso gli impianti di risalita al Col Verde, salita della Via Ferrata Bolver Lugli fino al Bivacco delle Fiamme Gialle e successiva ascensione al Cimon della Pala per la via normale. Discesa e pernottamento al Rifugio Pedrotti alla Rosetta. 2°giorno Pala di San Martino 2987mt : partenza dal rifugio Pedrotti alla Rosetta e salita per la via normale alla Pala di San Martino, discesa e pernottamento al Rifugio Pradidali. 3°giorno Cima Canali 2897mt : salita per la via Zecchini-Brodie (spigolo nord) classica attraversata della Cima Canali e discesa attraverso la via normale. Pernottamento al Rifugio Pradidali. 4°giorno Cima Sass Maor 2897mt: partenza dal rifugio Pradidali ferrata del Porton e del Velo, salita per la via Normale al Sass Maor e discesa a San Martino di Castrozza. Note: Le salite sono da effettuarsi con a una o due persone che abbiano un buon allenamento. Quota di partecipazione: per due persone Euro 1.400,00. Nella quota sono compresi i pernottamenti in rifugio e la guida alpina. Non è invece compreso l'uso dell'impianto di risalita Colverde/Rosetta. Per maggiori informazioni ed iscrizioni: info@aquilesanmartino.com / 0439 768795 - 3429813212      

Leggi il resto della news

Alta Via delle Dolomiti n.2 dal 30 luglio al 5 agosto 2018

01/05/2018

Il modo migliore di vivere e scoprire le Dolomiti, Patrimonio UNESCO, è percorrere una delle fantastiche Alte Vie: itinerari in quota, da rifugio a rifugio immergendosi nella natura più pura, in un silenzio ricco di suoni antichi ammirando paesaggi spettacolari. I percorsi delle Alte Vie delle Dolomiti si svolgono costantemente lungo sentieri segnalati e sono alla portata di qualsiasi escursionista dotato di un minimo di equipaggiamento e di pratica della montagna. L’Alta Via delle Dolomiti n. 2 si snoda lungo un percorso di circa 180 km, costituito da 13 tappe, che collega Bressanone (BZ) a Feltre (BL). L'intero percorso si svolge in tre provincie - Bolzano, Trento e Belluno - attraverso 8 gruppi dolomitici e 30 fra passi e forcelle. L'itinerario si mantiene in media fra quota 2000 e 3000 metri, rasentando una serie di grandi cime oltre i 3000 metri e alcuni piccoli incantevoli laghi. L’Alta Via delle Dolomiti n. 2 è conosciuta come “La Via delle leggende”, poichè percorre i luoghi resi famosi da antiche favole: dalle rupi fantastiche delle Odle, mitico regno dei personaggi delle saghe ladine, alle remote ed alte conche glaciali delle Vette Feltrine, che la fantasia umana ha popolato nei secoli di diavoli, streghe ed orchi. Il percorso che qui proponiamo è una versione ridotta dell'Alta Via n.2 che ha come partenza Passo Valles e arrivo alla cittadina medioevale di Feltre, in provincia di Belluno, attraversando le Pale di San Martino, cuore del Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino,  e la scogliera delle Vette Feltrine nel Parco Nazionale Dolomiti bellunesi. L’itinerario si mantiene a una quota media sui 2100 mt, con punte vicino ai 3000 mt e difficoltà non rilevanti. Alcuni facili passaggi su roccia sono attrezzati con fune metallica, a volte sono un po' esposti, ma non insidiosi. Si tratta di una delle Alte Vie più facili con sentieri segnalati e solo all' inizio dell’estate si potrebbero trovare difficoltà nei canali innevati. Grazie ai numerosi punti d’appoggio, l’Alta Via non risulta essere molto faticosa e può essere considerata come l’itinerario più affascinante e prestigioso delle Dolomiti Occidentali. Dislivello 4610 mt complessivi: 1 giorno: Rifugio Volpi al Mulaz: mt 650 salita - 100mt discesa 4 ore 2 giorno Rifugio Mulaz - Rifugio Pradidali: mt 560 salita - 690 mt discesa - tot 6,30 3 giorno Rifugio Pradidali - Rifugio Treviso: mt 400 salita - mt1000 discesa – tot 4,30 4 giorno Rifugio Treviso - Passo Cereda: mt 600 salita – mt 870 discesa – tot 5 ore 5 giorno Passo Cereda - Rifugio Boz: mt 1000 salita – mt300 discesa – tot 8 ore 6 giorno Rifugio Boz - Rifugio Dal Piaz: mt 400 salita – mt 200 discesa – tot 6 ore 7 giorno Rifugio Dal Piaz - Pedavena: mt 1000 discesa – tot 2,30 ore Tempo di percorrenza: 7 giorni l’itinerario completo - 36.30 ore complessive Difficoltà: Escursionistica con passaggi attrezzati semplici. Impegnativo per la lunghezza dell’itinerario Cartografia: Tabacco 22 Numero minimo partecipanti: 6 Quota di partecipazione: 650 euro con caparra di 100 euro a persona La quota comprende: Guida Alpina, pernottamento presso la/e struttura/e ricettiva/e proposta/e, servizio di mezza pensione, pranzo al sacco, trasporto da Pedavena al Passo Valles. La quota non comprende: eventuale noleggio materiali, bevande, mance, extra personali e tutto quanto non espressamente menzionato in ´la quota comprende´. Equipaggiamento: abbigliamento comodo, scarponi da trekking, zaino, giacca a vento – pranzo al sacco – indumenti di ricambio e beauty case. Ritrovo: parcheggio Val Venegia

Leggi il resto della news

Winter Aquile Camp

01/12/2017

il 13/01/2018 Località: Passo Rolle Abstract: Le guide Alpine a vostra disposizione Giornata all'insegna delle più belle attività a contatto con l'ambiente montano: ciaspolate, scialpinismo di primo e secondo livello, arrampicata su ghiaccio, freeride e campi Artva il tutto gratuitamente e nella massima sicurezza con i professionisti della montagna: le Guide Alpine della scuola di San Martino di Castrozza. Ti insegneranno a conoscere la neve, le tecniche di base per muoverti in sicurezza in un ambiente montano nella disciplina che più ti piace con le attrezzature più idonee; potrai provare le ultime attrezzature disponibili nel mercato; aiutati dai tecnici del soccorso alpino e della guardia di finanza imparerete a muovervi nel migliore dei modi in caso di incidente da valanga. Attività Safety Camp; Freeride; Skitouring; Snowshoes; Ice Climbing; inoltre potrai Provare le ultime novità e attrezzature nel mercato!! Programma Ore 9.00: arrivo dei partecipanti; Ore 9.30, inizio attività: Apertura campo Artva: campo di prova di ricerca Artva, dimostrazione e prova delle tecniche più efficaci di ricerca sepolto in valanga con gli ultimi strumenti di ricerca disponibili nel mercato, spalatura e disseppellimento; Partenza 1^ gita di skialp easy: breve percorso in direzione Punta Rolle e dimostrazione delle tecniche di base di progressione e discesa; Partenza gita skialp advanced (2-3 ore): percorso in direzione Colbricon, discesa per le ore 13.00; Partenza 1^ gita con le ciaspole: le successive al raggiungimento del numero 10 persone per gruppo con guida; spiegazione dei materiali ed utilizzo, sicurezza del gruppo, tecniche di progressione; Partenza gruppo Ice Climbing per prova con guida: utilizzo corretto dei materiali, piccozze e ramponi, progressione di base, chiodatura da secondo di cordata; Partenza gruppo Freeride, dimostrazione ed insegnamento delle tecniche di discesa, sicurezza del gruppo e lettura dei pendii; Apertura campo ricerca valanga con i cani, dimostrazione di ricerca soccorso organizzato con i cani da valanga da parte della Guardia di Finanza del Passo Rolle; Ore 13.00: pranzo convenzionato presso Malga Rolle; Ore 14.00: partenza di eventuali secondi giri; Dalle ore 14.00 alle ore 16.00: musica con Dj Tecno, drum&bass e Dub Step; Ore 15.30: estrazione premi della lotteria; Iscrizione consigliata presso ApT San Martino di Castrozza, Tel. 0439-768867, email. info@sanmartino.com Aquile winter camp fronte Aquile winter camp retro

Leggi il resto della news

Dalla scuola alla montagna con noi Guide Alpine

31/10/2017

Corso di Attività outdoor per ragazzi dal 23 ottobre al 16 dicembre A CHI È RIVOLTO: - fascia Bambini elementari - fascia Ragazzi no alla seconda superiore compresa ATTIVITÀ PROPOSTE: Le guide alpine si pre ggono con questo corso di avvicinare i bambini e i ra- gazzi al mondo della montagna proponendo attività indoor propedeutiche e attività outdoor nel magni co ambiente montano in cui viviamo. L’approccio non sarà prevalentemente a carattere competitivo ma anzi si cercherà di cre- are spirito di gruppo per superare le dif coltà insieme, si cercherà di privile- giare il rapporto con la montagna, ponendo particolare attenzione alla sicu- rezza e alle conoscenze necessarie per rapportarsi in maniera adeguata alle regole che la natura ci impone. Il corso alterna attività indoor e outdoor in base alle condizioni meteo e alle attività proposte. Svolgimento: 1 pomeriggio (2 ore) infrasettimanale e un sabato pomeriggio 14.30 - 17.30 distribuito in base al luogo di provenienza Palestra di arrampicata scuole di Lamon: Bambini elementari martedì pomeriggio dalle 17.00 alle 19.00 e sabato pomeriggio dalle 14.30 alle 17.30. Ragazzi giovedì pomeriggio dalle 17.00 alle 19.00 e sabato pomeriggio dalle 14.30 alle 17.30. Zona Primiero: Bambini elementari palestra scuole elementari di Imer il mercoledì dalle 17.00 alle 19.00 Ragazzi lunedì Palestra scuole Negrelli di Transacqua dalle 17.00 alle 19.00 Attività Outdoor: (in caso di maltempo le attività si svolgeranno in palestra indoor) Sabato 4 novembre Val Canali trekking e treeclimbing Sabato 11 novembre Falesia di Fonzaso Sabato 18 novembre Le Ei di Lamon trekkking e treeclimbing Sabato 25 novembre Falesia di Fonzaso Sabato 2 novembre trekking “Abeti giganti in Val Noana” Sabato 9 dicembre Falesia di Fonzaso Prezzo complessivo 190 euro da versare al momento dell’iscrizione. (Fratelli 150 euro a testa) Prezzo singola uscita del Sabato 20 € Trasporti compresi dai luoghi di ritrovo pre ssati. Materiale personale per l’attività di arrampicata e ciaspolate compreso nel prezzo. Rapporto guida/bambino massimo 1/10 Erik Girardini - Vol 10-17mail info@aquilesanmartino.com Tel. zona Lamon Eric 3288743739 - Zona Primiero Renzo 3408097854 Rocco 3351045570

Leggi il resto della news

Volantini estate 2017

13/06/2017

LOGO AQUILE OK Clicca i link qui in basso per scaricare i nostri volantini!!!   Canyonig vol 6 2014 Guide alpine San Martino estate 2016 pie

Leggi il resto della news

scialpinismo sull’Etna

23/01/2017

Da mercoledì 8 febbraio a domenica 12  febbraio Partenza dall'Areoporto TSF di Treviso mercoledì 8 febbraio alle 18.00 e ritorno domenica 12 a Treviso alle 17.35 DSC01491 1 giorno arrivo all’aeroporto di Catania alle 19.45, cena a Catania e trasferimento in auto a Ragaln; pernottamento in B&B. 2 giorno: Attraversata Sud-Nord: Salita in macchina al Piano dei Pompieri (mt.2250), poi salita con le pelli di foca ai crateri del Monte Etna (mt.3323), discesa a Nord per il Pizzo Deneri (mt.2847) e al Rifugio Citelli (1741 mt.) Pernottamento in Rifugio. 3°giorno: Attraversata Est Ovest: Risalita con le pelli al Pizzo Deneri (mt. 2847), Attraversata a Punta Lucia (mt. 2934) e discesa al Rifugio Monte Scavo (mt. 1750). Discesa a piedi al Piano delle Ginestre(mt 1200) e con i mezzi a Bronte (mt.930). Pernottamento in Azienda Rurale a Bronte. 4° giorno: Attraversata Ovest Sud-Est: Salita con i mezzi fino a Piano delle Ginestre, Salita al Rifugio Galvarina (mt.1900), salita al Monte Frumento Supino (mt.2845) per la colata del 1949/1964e discesa per la ripida Valle del Bove dove si potrà godere un panorama mozzafiato sul mare e i crateri sommitali. Discesa in macchina a Ragalna. Cena di pesce a Acitrezza, paese natale di G.Verga di fronte ai Faraglioni di Ulisse. Pernottamento a Ragalne in B&B. 5° Giorno: 1/2 giornata di freeride ad Etna Sud per la Montagnola e il Canalone degli Svizzeri. Alle 13 rientro in B&B, doccia e recupero bagagli. Alle 14.30 Areoporto. DSC_0058 Il programma potrà subire variazioni in base alle mutevoli condizioni climatiche e della neve. Prezzo:davalutare in base al numero dei partecipanti Comprende:

  • Noleggio furgoni per il trasporto finalizzato allo svolgimento dell'attività
  • Tre pernottamenti in B&B camere doppie matrimoniali o letti singoli con prima colazione e dolci tipici siciliani fatti in casa
  • Guida alpina
  • Guida vulcanologica.
Non comprende pasti, impianti di risalita ed eventuali altre spese personali, Aereo andata-ritorno + bagaglio speciale sci Importante: Ai fini organizzativi è necessario dare conferma entro il 31 gennaio 2017 e versare la caparra di €150,00 entro tale data. Per informazioni  3288743739

Leggi il resto della news

viaggio in cerca di neve attraverso il Sud Italia

19/01/2017

DSC_0033 Vista la carenza di neve da questa parte d'Italia in questo secco inizio d'inverno del 2017 abbiamo deciso di metterci in cammino attraversando la penisola in cerca dell'agognata polvere bianca. La prima meta del viaggio è stato Roccaraso, famosa località sciistica nell'Appennino Umbro e il vicino abitato di Pescocostanzo letteralmente sommerso dalla neve caduta nei giorni precedenti. L'atmosfera magica di questo paesetto di montagna ci riporta ad epoche passate; entriamo in un enoteca per assaporare un ottimo bicchiere di cerasuolo quando ci passa accanto, senza chiedere permesso un improbabile sciatore di fondo munito di lampada frontale che si scusa dicendoci che deve allenarsi! DSC_0881 La mattina aiutiamo Antonia, la gestrice del B&B dell'Oca dove soggiorniamo a staccare le pericolose cornici di neve che pendono dal tetto come delle spade di Damocle, ma lo facciamo senza che nessuno ci veda, altrimenti ci obbligherebbero a lavorare sui tetti per tutta la settimana! La neve dei fuoripista di Roccaraso è super e per tutto il giorno giriamo indisturbati cercando le linee più belle, senza mai trovare tracce nei nostri percorsi. Ripartiamo per scendere in Sicilia dove ci aspetta la meta del nostro incredibile tour: l'Etna, il vulcano più alto e più a Sud d'Europa. Il viaggio è tutt'altro che semplice! la Salerno Reggiocalabria, appena inaugurata dopo 40 anni di lavori, è ingombra di neve e dobbiamo interrompere il nostro tentativo di arrivare la sera esausti all'altezza di Pizzo Calabro. L'indomani saliamo ad Etna Nord e cerchiamo di raggiungere il Cratere di Nord Est ma a causa del vento ripieghiamo all'osservatorio del Pizzo Deneri che a quota 2847 mt ci permette una magnifica vista sul Mar Ionio e sulla cittadina turistica di Taormina. da qui siamo scesi per il Canalone nord su ottima neve per rientrare al Piano Provenzana. DSC_0058 La sera arriva il resto del gruppo e ci disponiamo nel B&B Magma guest housa a ragalna, a 10 minuti d'auto dal Rifugio Sapienza nella stazione di Etna sud. L'indomani partiamo in direzione del Piano dei Pompieri per raggiungere La Montagnola a quota 2639 mt. La salita è veloce ed entusiasmante vista l'ottima qualità della neve che pestiamo sotto gli sci. Purtroppo a poche decine di metri dalla vetta siamo costretti  fermarci per l'incremento del vento che si fa davvero fastidioso, e che ormai ha spazzato gran parte della neve morbida lasciando sotto una perfida lastra di neve dura sottostante. In discesa riusciamo comunqua a trovare ottima neve. DSC_0962 DSC_0973 La sera è d'obbligo una cena di pesce al porto di Acitrezza, il paese natale di GIovanni Verga in vista dei famosi Faraglioni di Polifemo. La cena è allietata dal mitico Pippo, il cameriere "atipico" che ci incanta con le sue stravaganti storie in dialetto siciliano, è incredibile mangiare il pesce in riva al mare dopo aver sciato tutto il giorno a 3000 mt! IMG_4203 Visto il vento incessante decidiamo di improvvisae un'uscita negli splendidi boschi di pino laricio nei pressi del Rifugio Brunek, protetti e abbastanza ripidi e costanti da permettere delle splendide linee di discesa, anche Macho con il suo snowboard, nonostante i dubbi iniziali, rimane soddisfatto. IMG_4204 La domenica proviamo a salire al cratere Sud ma tre quarti della salita rimaniamo intrappolati in una nebbia che non lascia nessun dubbio alla discesa, naturalmente col GPS in mano rientriamo con la coda tra le gambe al Sapienza. Nella notte tra domenica e lunedì però nevica molto e lunedì mattina cisvegliamo con la neve fuori dalle finestre di casa a quota 800 mt. Ottimo! sopra il rifugio Citelli saliamo verso il monte Frumento per ben due volte trovando dei canali con ottima neve! DSC_0109                      DSC_0097 Martedì invece saliamo a Nord un pò nei boschi e un pò verso il Monte Pizzillo e ci divertiamo a giocare con l'abbondante polvere che si è depositata nei crateri del 1967. La vacanza volge al termine, purtroppo! ripartiamo con la promessa che a febbraio torneremo, vista l'enorme quantità di neve prevista nei prossimi giorni!

Leggi il resto della news

Let’s Dolomites

21/06/2016

3 giorni con noi per scoprire le meraviglie delle Pale di San Martino!

Con l’assistenza dei professionisti della montagna scopriremo natura, storia, cultura, tradizioni, gusti, sapori e modi di vivere d’una terra felicemente calata nel cuore delle Alpi.

I tre grandi temi proposti dalle Guide Alpine di San Martino di Castrozza per l'estate 2016:

Le proposte vacanza presentate si distinguono per ambienti e contenuti mantenendo comuni caratteristiche e servizi principali:

  • durata: 3 giorni/2 notti
  • sistemazioni: rifugi alpini e malghe del Trentino con mezza pensione / B&b e agritur con prima colazione
  • eventuali risalite o transfer
  • noleggio attrezzatura se richiesta
  • assistenza guide alpine ed insegnamento delle tecniche alpinistiche di base
  • prezzo: a partire da 390 € - minimo 4 partecipanti-
 

Scegli il Tour Grande Adrenalina

Tour adatto a sportivi che già possiedono un livello medio-alto di preparazione fisica e conoscenza della montagna. Vi sentite pronti? Allora mettetevi alla prova, le nostre Guide Alpine vi proporranno attività emozionanti come il canyoning, l’abseiling (calata a corda doppia), l’arrampicata sportiva in falesia e traversate su ponti tibetani sospesi nel vuoto. Clicca qui sotto per maggiori informazioni e per iscriverti: http://campobase.travel/lets-dolomites/tour-grande-emozione/pale-di-san-martino-in-volo-con-le-aquile/

Scegli il Tour Grande Emozione

Il Tour perfetto per famiglie e persone attive che vogliono avvicinarsi in modo più avventuroso alla montagna. Esplora boschi, rocce e torrenti, prova per la prima volta sport emozionanti come il canyoning. Scoprirai paesaggi incontaminati e dormirai in tenda o nei rifugi, ammirando lo spettacolo dell’enrosadira e delle notti stellate. Clicca qui sotto per maggiori informazioni e per iscriverti: http://campobase.travel/lets-dolomites/tour-grande-adrenalina/pale-di-san-martino-trekking-sul-magico-altopiano/

Scegli il Tour dalla Guerra alla Pace

Vuoi scoprire i paesaggi e la natura del Trentino attraverso le tracce della storia e i luoghi della I° Guerra Mondiale?  Le Guide Alpine ti accompagnano lungo questi itinerari costellati da fortificazioni, gallerie scavate nella roccia o nel ghiaccio, attraverso semplici escursioni o trekking ed ascensioni più impegnative. Clicca qui sotto per maggiori informazioni e per iscriverti: http://campobase.travel/lets-dolomites/tour-dalla-guerra-alla-pace/da-malga-ces-al-cauriol-sul-sentiero-della-pace-fronte-15-18/

Leggi il resto della news

Corso di arrampicata con le Guide Alpine

23/05/2016

Corso di arrampicata 2016 con le Guide Alpine: scarica qui la locandina. Aggiornamento: le iscrizioni sono aperte fino a fine giugno 2016.

Leggi il resto della news

Online il programma estivo 2015!

12/06/2015

Finalmente online il programma estivo 2015: escursioni adatte a tutti di qualsiasi livello e difficoltà, gite storiche a tema, canyoning, arrampicata e molto altro! Clicca qui per scaricare il programma dell'estate 2015

Leggi il resto della news

Salewa Get Vertical: con noi anche quest’anno a San Martino di Castrozza

21/01/2015

Anche quest'anno abbiamo l'onore di accompagnare i partecipanti e gli atleti a questo prestigioso evento:     lDSCN6415

Leggi il resto della news

VOLANTINO INVERNO 2014/15

04/12/2014

Vieni con noi a provare la neve delle Dolomiti! Tante attività per ogni gusto e capacità! page-1page-2

Leggi il resto della news

Living the Dolomites 2015

20/11/2014

Novità Inverno 2015 Living the Dolomites

“ ...ogni volta che attraverso questi luoghi il cuore si riempie, lo spirito si rafforza e ogni respiro mi carica di emozioni! “

kod

  A chi è rivolto: : Agli amanti del freeride e della natura che vogliono andare oltre il semplice gesto ma vogliono scoprire la montagna d’inverno e le emozioni che regala svolgendo diverse attività in ambienti davvero unici! Di cosa si tratta: Immaginate 4 giorni in cui l’unica vostra difficoltà organizzativa sia quella di arrivare a San Martino di Castrozza in cui sono garantiti divertimento, relax e una giusta dose di fatica. Pernottamento: Romantik Hotel Regina 4 stelle a San Martino di Castrozza. www.hregina.it Programma: 1° giorno: ”Gran - skiada day” Freeride nella zona Pale di San Martino utilizzando impianti di sci e brevi salite con le pelli per accedere ad immense discese tra torri e cuspidi di dolomia. Pranzo in rifugio, ancora sci, rientro con pulmino in albergo, sauna con “massaggio del skiador”. 2°giorno: “Calgeroi day” Trasferimento con pulmino in una valle nascosta e selvaggia tra abeti carichi di neve ghiaccio e roccia per vivere il sapore dell’avventura. Una breve escursione con le racchette da neve ci porterà dopo un’ emozionante discesa ad infilarci in un caratteristico canyon ghiacciato tra volte, scivoli e gallerie scavate dall’acqua che in questo periodo si trasforma in un nastro d’argento che risaliremo. Una caratteristica baita sperduta ci accoglierà il caldo fuoco di un falò quattro chiacchiere in compagnia delle Guide alpine “Brulè e Smorum” ,rientro con pulmino in albergo, sauna e aperitivo con degustazione con rinomata birra artigianale locale. 3°giorno: “Safety day” Gita non impegnativa nella zona San Martino catena del Lagorai con discesa in ambiente suggestivo. La giornata sarà dedicata non solo allo sci ma anche alla sicurezza perché crediamo sia doveroso mettere a disposizione l’esperienza del mestiere di Guida Alpina nella valutazione e nella conoscenza dell’ ambiente invernale, affinché lo sci fuoripista sia libertà e divertimento consapevole. Pranzo in rifugio rientro con pulmino in albergo, a seguire serata itinerante. 4°giorno; ”Gran - skiada day” Freeride nella zona Pale di San Martino utilizzando impianti di sci e brevi salite con le pelli per accedere ad immense discese tra torri e cuspidi di dolomia, pranzo in rifugio,ancora sci, rientro con pulmino in albergo. Note: L’offerta comprende Guida Alpina, pernottamento, cene, skipass, pranzi e merende, trasporto, wellness, massaggio, degustazione, lavaggio e asciugatura materiale tecnico, noleggio materiale alpinistico. Il programma può subire variazioni in base al livello tecnico medio di chi partecipa e alle condizioni nivo - meteorologiche. *Su richiesta possibilità transfer da aeroporto extra.

Date disponibili:

Dal 22 al 25 Gennaio

Dal 12 al 15 Febbraio

Dal 26 al 1 Marzo

Dal 12 al 15 Marzo

Dal 26 al 29 Marzo

Nel caso di gruppi già formati le date possono essere modificate.

Numero minimo partecipanti 4 per data, Euro 690 a persona. Termine iscrizioni entro 10 giorni precedenti  le date sopraelencate. Noi ce la mettiamo tutta, sarà poi la vostra curiosità che vi farà partecipare Contatti: Per info e iscrizioni scrivere a: info@aquilesanmartino.com  

News Winter 2015

Living The Dolomites

" Every time I walk through these places,

my heart fills with joy,

my spirit gets stronger and any

breath gives me emotions."

 P1060034

It is addressed to...

freeriders and nature lovers, who want to go further and discover the mountains in winter and the

emotions that they give in a truly unique environment.

What it is...

Imagine 4 days when your only problem is to get to St. Martin, four days of fun, relaxation and a

fair deal of physical exertion.

Overnightstay:

Every evening you will come back to Romantik Hotel Regina, a four stars hotel, in the heart of SanMartino, to gather around the fireplace, to relax in the hot swimming pool or the Jacuzzi under

the stars.

Then you will enjoy you dinner à la carte in the Regina Restaurant and spend your evening with

your friends.

Program:

1st day: GRAND SKIADA DAY

Freeride in the Pale of St. Martin slopes, using the skilift facilities; short climbs with sealskins to go

toward the boundless runs between towers and spiers of dolomite; lunch in a Hut and then again

ski and ski.

Come back to hotel with shuttle,sauna with the massage of the "skiador".

2nd day: CALGEROI DAY

Transfer with shuttle to a hidden and wild valley, among firs covered with snow, ice and rock to live

a very adventure. A short excursion with snowshoes will bring us, after a thrilling ride to a frozen

canyon between slides and tunnels hollowed out by the water, a silver ribbon to go up.

A typical remote Hut will give us a warm welcome with a crackling bonfire: a chat with the

compagny of the mountain Guides, drinking mulled wine and eating "smorum",a local sweet

omelette.

Return to hotel, a dive into the swimming pool water and... a special aperitif with a tasting of our

famous craft beer.

3rd day: SAFETY DAY

Easy excursion to the Lagorai Chain , in St. Martin with a down hill in a stunning enviroment.

This day will be not only dedicated to skiing, but over all to"safety", because we believe it is our

duty to share our experience as Alpine Guide for weighing and knowing the mountain in the cold

season, to make the off-piste skiing really freedom and fun, without danger.

Lunch in the Hut, come back to Hotel with shuttle and a the end of a long day, an evening

wandering around the village.

4th day: GRAN SKIADA DAY

Freeride again and again... Still with skilift facilities and short climb with saelskins and then go

down on the huge slopes surrounded by the towers and rock peaks of our beautiful Dolomites.

Lunch in the Hut, skiing again and eventually coming back to Hotel for a fair rest!

Notes:

The offer includes : Alpine Guide for all days, overnight stay, dinners, skipass, lunch and afternoon

snacks, transfer, wellness and fitness service, a sporting massage, tasting, laundry service,

mountaineering equipement rental.

The program could be modified, according to average standard of skiers' technical ability and to

snowy and weather conditions.

On request:transfer from and to airport, extra charge.

Periods available for start the adventure:

From 22rd to 25th if January

From 12th to 15th of February

From 26th of February to 1st of March

From 12th to 15th of March

From 26th to 29th of March

You can ask for other periods if you are a group already formed

With almost 4 participants EURO 690 per person.

Enrolments almost 10 days before the date of the ride.

WE DO OUR VERY BEST: YOUR CURIOSITY AND YOUR LOVE FOR THE MOUNTAINS AND

ADVENTURE WILL MAKE YOU TO LIVE THIS EXCITING RIDE!!!

Contacts:

info@aquilesanmartino.com

 

   

Leggi il resto della news

Week-end dei Santi in Sardegna

06/11/2014

  Non ci eravamo proprio preparati per andare in Sardegna questa volta! ma si sa che spesso le feste  riescono meglio se sono inaspettate, quelle in cui non ci si  organizza per niente.

in gommone per Tavolara
in gommone per Tavolara
  Così mercoledì e giovedì sono a scalare a Riva con una coppia di amici americani in viaggio di nozze in Europa. A fine giornata dopo un paio di drink mi chiedono se conosco la Sardegna e così senza farmelo chiedere due volte venerdì sera mi imbarco sul primo traghetto per Olbia, dopo essermi assicurato un posto per dormire al B&B dell'amico Chicco. Il programma è entusiasmante: un giorno per scalare la Cima dell'isola di Tavolara, raggiunta in gommone la mattina di sabato, un giorno per arrampicare nella mitica Aguglia di Goloritzè, una giornata di "riposo" alle falesie di Cala Gonone e per finire una giornata di canyoning alla grandiosa gola di Badde Pentumas. Sabato mattina come scendiamo dal traghetto passiamo a depositare i bagali e dopo un veloce caffè siamo già al porto di Puntaldia dove ci attende il gommone per Tavolara. Il mare è piatto e in cielo non c'è una nuvola, la temperaturaè perfetta, per essere il primo di novembre è decisamente caldo! Ad aspettarci oltre a Chicco e  Silvia ci sono gli amici Annalisa e Lucio, Sonia, Monica e Nik. In mezz'oretta di gommone raggiungiamo il porticciolo di Tavolara in una calma quasi irreale. Per chi è abituato a passare in questi posti in stagione sa che non incontrare nessuno e non sentire una voce per tutto il giorno è assolutamente impossibile, oggi si può! La salita a Tavolara inizia subito brusca e ripida nel bosco rado di ginepri e olivastri, dopo una ventina di minuti troviamo il primo passaggio attrezzato con una corda, poi una iscala a Fuestes, la tipica scala di ginepro anticamante utilizzata dai pastori per aiutarsi a superare i passaggi più ostici dei loro percorsi. Qui però la scala è stata recentemente posizionata dalle guide locali. Dopo un breve tratto ancora difficile aiutato da una corda segue un lungo sentiero facile nel bosco che ci porta nella parte Nord dell'Isola dove possiamo facilmente individuare il percoso per la cima. Una breve ma esposta via ferrata ci porta prima ad una selletta, dalla quale in dieci minuti ci avviciniamo alla seconda ferrata più ripida e poi in altri dieci minuti alla cima. DSC_0091 Qui assistiamo ad uno spettacolo incredibile: una famiglia di capre, quattro adulti e due piccoli sembrano persi in mezzo alle verticali pareti dell'isola, i due piccoli belano spaventati e il capobranco gira avanti e indietro per cercare un passaggio, ma dalla parte in cui si è spostato sembra veramente impossibile uscirne, sotto di loro 4/500 metri di parete verticale, un piccolo errore per ognuno di essi e si troverebbe spiaccicato sulla strada militare sottostante. Assistiamo tutti in silenzio con il nodo alla gola pensando veramente che la situazione possa essere compromessa fino a quando dopo vari tentennamenti il capobranco riesce ad uscire sulla cresta sommitale arrampicandosi su passaggi di sicuro terzo grado. Ma i cuccioli come faranno ad uscire? ce la faranno? incredibilmente anche l'ultimo dopo vari tentennamenti riesce a spiccare il salto decisivo che lo porta fuori dal pericolo. Ovviamente dalla nostra postazione esce un applauso liberatorio, probabilmente eravamo più spaventati noi di loro! La discesa avviene attraverso un altro percorso con una calata in corda doppia che ci porta alla base delle ferrate e poi in un'oretta a fare il bagno nello splendido tramonto di Tavolara. Prima di salutarci Annalisa e Lucio ci invitano per la sera seguente a cenara a casa loro.
La ferrata che dà accesso alla cima di Tavolara

La ferrata che dà accesso alla cima di Tavolara

  Domenica dovrebbe essere la volta di Goloritzè ma visto l'invito a cena decidiamo di posticipare e di andare ad arrampicare alla falesia di Cala Fuili, nel mare di Calagonone, tra un bagno ed un'arrampicata la giornata passa in fretta e la sera siamo a provare la fantastica cucina locale di Annalisa e Lucio: pecora in cappotto ed altre leccornie sarde contornate da cannonau e mirto a volontà. La mattina Kevin è ko e ci accontentiamo di un'arrampicata più soft ma non per questo meno bella nella falesia di Posada.
l' autunno nella Sardegna del Lanaitto

l' autunno nella Sardegna del Lanaitto

  Martedì è la volta di Badde Pentumas un canyon Grandioso che sfocia nell'altopiano del Lanaitto. Si raggiunge da Oliena in direzione della sorgente di Su Gologone dietro al Monte Cusidore, la montagna simbolo dell'alpinismo in Sardegna.  Con un paio d'ore di ripida salita si imbocca il Canyon da un impressionante finestra dalla quale si riesce a vedere tutto lo sviluppo della valle. La discesa è intervallata da 13 calate in corda e da dei brevi tratti di cammino per 4 ore di vera avventura in uno dei luoghi più selvaggi della Sardegna.    
Calata nella grotta del Gatto a Badde Pentumas

Calata nella grotta del Gatto a Badde Pentumas

 

Leggi il resto della news

San Martino Cortina ski crossed

29/10/2014

Mythical crossing by San Martino di Castrozza to Cortina d'Ampezzo, which drives again along the routes covered by the Alpine Guides in the winters of mid twentieth century. We will use as much as possible the ski lift facilities, completing with short climbs with sealskins or on foot skis on one's back. The way to cross the most beautiful mountain chains of our Dolomites: Pale di San Martino, Falcade and Col Margherita,Marmolada and Cima Uomo, Arabba e Padon, Pordoi and Sella, Falzarego and 5 Torri, Tofane and Cristallo. Program: 1st day: from San Martino to San Pellegrino Pass Climb to Rosetta peak with cable car and downhill race to Gares across Bona Valley; Lunch and transfer to Molino; climb to Col Margherita, downhill crossing the north; Overnight stay at San Pellegrino Pass. 2nd day: climb to Forca Rossa Pass with sealskins and downhill to Malga Ciapela; Freeride on Marmolada slopes and night at Pian dei Fiacconi Hut. 3rd day: move to Arabba and Pordoi Pass; Descent along Lasties valley and night at Lupo Bianco resort. 4th day: crossing along The Masdì valley and freeride in Corvara ski slopes. Overnight stay at Corvara. 5th day: transfer with skilift facilities to Falzarego and 5 Torri and night at a hut. 6th day: Freeride on Cortina and Cristallo skislopes. At evening come back to San Martino. Dinner at Regina Restaurant, sauna, swimming pool and Jacuzzi by night under the stars. Period: from February to closing date of the lift facilities. Price: euros 1200 including Alpine Guide, personal insurance, hotel or hut with half board and luggage transfer. Transfer from and to airport extra euros 164 minimum 4 people there and back airports Venice and Treviso. Information: aquilesanmartino.com 60 Tooti

Leggi il resto della news

San Martino – Cortina ski crossed

Mythical crossing by San Martino di Castrozza to Cortina d'Ampezzo, which drives again along the routes covered by the Alpine Guides in the winters of mid twentieth century. We will use as much as possible the ski lift facilities, completing with short climbs with sealskins or on foot skis on one's back. The way to cross the most beautiful mountain chains of our Dolomites: Pale di San Martino, Falcade and Col Margherita,Marmolada and Cima Uomo, Arabba e Padon, Pordoi and Sella, Falzarego and 5 Torri, Tofane and Cristallo. Program: 1st day: from San Martino to San Pellegrino Pass Climb to Rosetta peak with cable car and downhill race to Gares across Bona Valley; Lunch and transfer to Molino; climb to Col Margherita, downhill crossing the north; Overnight stay at San Pellegrino Pass. 2nd day: climb to Forca Rossa Pass with sealskins and downhill to Malga Ciapela; Freeride on Marmolada slopes and night at Pian dei Fiacconi Hut. 3rd day: move to Arabba and Pordoi Pass; Descent along Lasties valley and night at Lupo Bianco resort. 4th day: crossing along The Masdì valley and freeride in Corvara ski slopes. Overnight stay at Corvara. 5th day: transfer with skilift facilities to Falzarego and 5 Torri and night at a hut. 6th day: Freeride on Cortina and Cristallo skislopes. At evening come back to San Martino. Dinner at Regina Restaurant, sauna, swimming pool and Jacuzzi by night under the stars. Period: from February to closing date of the lift facilities. Price: euros 1200 including Alpine Guide, personal insurance, hotel or hut with half board and luggage transfer. Transfer from and to airport extra euros 164 minimum 4 people there and back airports Venice and Treviso. 12 leaving Pordoi couloir

Leggi il resto della news

Attraversata delle Dolomiti in Freeride, da San Martino a Cortina

18/09/2014

Mitica traversata da San Martino di Castrozza a Cortina d'Ampezzo che ripercorre gli itinerari fatti dalle guide alpine già negli inverni di metà novecento. si utilizzano il più possibile gli impianti, integrando con brevi salite con le pelli o a piedi, sci in spalla. Vengono sciati i gruppi più belli delle Dolomiti: Pale di San Martino, Falcade e Col Margherita, Marmolada e Cima Uomo, Arabba e Padon, Pordoi e Sella, Falzarego e 5 torri, Tofane e Cristallo. Programma: 1° giorno: da San Martino di Castrozza al Passo San Pellegrino: salita al Rosetta cogli impianti e discesa a Gares per la Val Bona, pranzo e spostamento a Molino, salita al Col Margherita, discesa per la parete Nord e pernottamento al Passo San Pellegrino. 2° giorno: salita con le pelli al Passo Forca Rossa e discesa per Malga Ciapela, Freeride in Marmolada e pernottamento al Rifugio Pian dei Fiacconi. 3° giorno: spostamento con impianti ad Arabba e Pordoi, discesa in Val Lasties e pernottamento al Lupo Bianco. 4° giorno: Val de Mesdì e freeride a Corvara. pernottamento a Corvara. 5° giorno: Spostamento con impianti in zona Falzarego e 5 torri e pernottamento in rifugio. 6° giorno: Freeride a Cortina e Cristallo, rientro in serata a San Martino di Castrozza. Cena al ristorante dell'Hotel Regina, sauna e idromassaggio by night  sotto le stelle. L'escursione costa 1200 € a persona. Nel prezzo sono compresi i pernottamenti con mezza pensione, guida alpina, assicurazione personale e trasporto bagagli. Periodo: su prenotazione da febbraio a chiusura impianti.   12 leaving Pordoi couloir     dal 2 al 7 marzo

Leggi il resto della news